LAVORO » Lavoro » Rubrica del lavoro

APE sociale scadenza domanda 2019

8 Luglio 2019 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Pensione anticipata con APE SOCIALE per alcune categorie  anche per quest'anno , con la proroga decisa dalla legge di stabilita 2019 .

 Il  prossimo 15 luglio  scade il termine della seconda finestra di richieste per coloro che perfezionano i requisiti  entro l'anno.  La richiesta puo essere fatta dai lavoratori  con almeno 63 anni di età che rientrano nelle categorie di :

  • addetti a lavori gravosi oppure 
  •  disoccupati ,
  • invalidi o  che assistono familiari disabili 

Vi può rientrare anche:

  • chi  aveva già perfezionato i requisiti anagrafici negli anni precedenti e non aveva  fatto richiesta
  • chi è stato escluso per mancanza di risorse nell'anno precedente o dei presupposti e non ha potuto presentare la relativa richiesta entro la prima finestra del 31 marzo scorso.

L'Inps  ha fornito le istruzioni sulla domanda con la circolare 15 del 1° febbraio 2019 , dopo la precedente circolare 34 2018.
Ricordiamo  che l' APE SOCIALE  consiste in un assegno sostitutivo della  pensione , a partire dai 63 anni all'età della pensione di vecchiaia , che scatta oggi al compimento di 67 anni (più speranza di vita) .  Ricordiamo requisiti e caratteristiche piu in dettaglio .

Le categorie di lavoratori che possono richiederlo sono :

disoccupati che da almeno 3 mesi non percepiscono indennità di disoccupazione con almeno 30 anni di contributi versati ;
caregivers cioe persone che assistono da almeno 6 mesi portatori di handicap grave (coniugi o parenti di primo grado conviventi), con almeno 30 anni di anzianità contributiva;
invalidi di grado  pari o superiore al 74% con almeno 30 anni di anzianità contributiva;
–  chi ha svolto  lavori gravosi, faticosi e pesanti per almeno sette anni negli ultimi dieci ovvero almeno sei anni negli ultimi sette,(come da elenco del Dm 5 febbraio 2018) .  In questo caso servono almeno  36 anni di anzianità contributiva.

I requisiti contributivi richiesti sono ridotti, per le donne, di 12 mesi per ogni figlio, nel limite massimo di 2 anni.

Altri requisiti che devono essere  perfezionati prima del 31 dicembre, e pertanto prima della presentazione della domanda  e sono:
-lo stato di disoccupato e la cessazione da almeno 3 mesi dei relativi trattamenti;
-il requisito di assistenza del portatore di handicap da almeno 6 mesi continuativi;
-lo stato invalidante uguale o superiore al 74%.
Invece  il requisito temporale per i lavori gravosi deve sussistere alla data di presentazione della domanda di accesso.

La domanda puo essere inviata direttamente tramite il sito INPS o appoggiandosi a un Patronato.

Sono richiesti i seguenti documenti : 
-lettera di licenziamento o dimissioni per giusta causa, oppure verbale di risoluzione consensuale;
-un'attestazione del o dei datore/datori di lavoro redatta sul modello predisposto dall'INPS, nel quale indicare i periodi di lavoro prestato , il contratto collettivo applicato, le mansioni svolte ed il livello di inquadramento attribuito, nonché, con riferimento alle attività lavorative svolte;
-nel caso dell'edilizia, gli operai edili possono sostituire le attestazioni  del datore di lavoro, con una dichiarazione,  firmata dai responsabili delle Casse edili, dalla quale risultino i periodi durante i quali sono stati iscritti alle Casse.

Si ricorda che la domanda entro il 15 luglio è una richiesta di verifica di requisiti da parte dell'INPS. Una volta avuto l'ok dell'istituto (entro il 15 ottobre 2019), si dovra procedere alla domanda telematica vera e propria . Fanno eccezione coloro che sono già in possesso dei requisiti richiesti , i quali  possono presentare le due domande contemporaneamente.

I commenti sono chiusi