FISCO » Agevolazioni per le persone fisiche » Le Agevolazioni per le Ristrutturazioni Edilizie e il Risparmio Energetico

Condizionatore inverter caldo/freddo: acquisto agevolabile?

14 Gennaio 2020 in Domande e risposte

E' agevolabile la sostituzione di un impianto di condizionamento ad aria fredda con uno di nuova generazione ad aria calda/fredda con consumi ridotti certificati anche senza:

  • sostituzione dell'impianto di riscaldamento
  • lavori di manutenzione nell'immobile?

E' stato questo uno dei quesiti posti all'Agenzia delle Entrate nel corso di Telefisco 2019, il consueto appuntamento tra la stampa specializzata e l'amministrazione finanziaria. In vista della prossima dichiarazione dei redditi 2020 (anno di imposta 2019) può essere utile chiarire se tale acquisto benefici o meno della detrazione.

Nel rispondere l'amministrazione finanziaria per prima cosa ha ricordato che la sostituzione di un impianto di condizionamento ad aria solo fredda con un impianto di climatizzazione invernale ed estiva a pompa di calore reversibile rientra tra gli investimenti agevolabili in quanto si basa sull'impiego di fonti di energia rinnovabile.

In particolare l'articolo 16-bis del TUIR (Testo Unico Imposte sui Redditi – D.P.R 917/86) che contiene la disciplina della detrazione al 50% delle spese sostenute per interventi del patrimonio edilizio al comma 1) lettera h) prevede la spettanza della detrazione anche per interventi:

relativi alla realizzazione di opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici con particolare riguardo all'installazione di impianti basati sull'impiego delle fonti rinnovabili di energia. Le predette opere possono essere realizzate anche in assenza di opere edilizie propriamente dette, acquisendo idonea documentazione attestante il conseguimento di risparmi energetici in applicazione della normativa vigente in materia

Pertanto, la risposta dell'Agenzia delle Entrate è stata positiva. 

I commenti sono chiusi

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.